Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Nuovo ravvedimento operoso: ecco come mettersi in regola

Ulteriori chiarimenti delle Entrate su come sfruttare al meglio i benefici previsti dal nuovo ravvedimento operoso. Con una circolare, la n. 42/E l'Agenzia offre una panoramica sui vantaggi previsti in termini di riduzione delle sanzioni, alla luce delle modifiche introdotte dalla Legge di Stabilità per il 2015 (Legge n. 190/2014) e dal Dlgs n. 158/2015 di riforma del sistema sanzionatorio. Il documento di prassi affronta i principali casi di violazione sanabile con il ravvedimento, dalle dichiarazioni contenenti errori o omissioni a quelle presentate in ritardo. La circolare - che contiene anche due utili tabelle di sintesi sulla correzione entro e post 90 giorni dal termine di presentazione della dichiarazione annuale - fornisce inoltre risposta ad alcuni quesiti specifici: dai termini entro cui è possibile ravvedere il 730, in caso di infedeltà; al calcolo della sanzione ridotta quando il ricorso al ravvedimento avviene successivamente al versamento tardivo del tributo; al ravvedimento di un omesso versamento di un debito Iva periodico tramite compensazione con un credito Iva emergente dalle liquidazioni periodiche successive.

Pubblicato in Geometri in Italia

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Nuovo Codice Appalti: le indicazioni sul calcolo dell'anomalia dell'offerta

A seguito dell’entrata in vigore del nuovo Codice dei contratti e delle concessioni (d.lgs. n. 50/2016) l’Autorità ha ricevuto numerose richieste di chiarimenti in merito alle modalità di calcolo delle soglie di anomalia nel caso di aggiudicazione con il criterio del prezzo più basso e per questo ha ritenuto opportuno fornire delle indicazioni operative.

In particolare, sono stati segnalati anche casi di ricorso non corretto alla possibilità di esclusione automatica delle offerte che superano la soglia di anomalia per gli affidamenti di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, quando vi siano almeno dieci offerte valide. 

Si allega copia del Comunicato

Pubblicato in Geometri in Italia
Lunedì, 24 Ottobre 2016 00:00

Ass. Donne Geometra - Sopraelevazione

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Sopraelevazione

Con la sentenza n. 17085 del 2016, la Cassazione ha affermato che la sopraelevazione in legno e con pareti perimetrali in muratura, pur essendo un abuso edilizio non configura una violazione delle norme che regolano i conglomerati cementizi.

L’imputato di un manufatto (una soprelevazione di mq. 30 circa) aveva una struttura portante realizzata con travi e pilastri di legno e pareti perimetrali costruite in muratura, non comportando la utilizzazione né di cemento armato né di altri elementi strutturali in metallo.

Richiamando la giurisprudenza (Cass. pen., Sez. III, 17 aprile 2014, n. 17022), la Cassazione ha concluso che le disposizioni delle quali è stata contestata la violazione riguardano, tuttavia, solo la disciplina penale di manufatti la cui tenuta statica sia assicurata tramite l’uso e l’applicazione di opere in cemento armato ovvero di elementi strutturali in acciaio o in altri metalli con funzione portante.

Pubblicato in Geometri in Italia

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Consiglio di Stato: Non derogabilità del regime delle distanze legali

Il regime delle distanze delineato dal d.m. 2 aprile 1968, n. 1444, essendo rivolto alla salvaguardia di imprescindibili esigenze igienico-sanitarie, è tassativo ed inderogabile, vincolando i Comuni in sede di formazione o revisione degli strumenti urbanistici.

In conseguenza, ogni previsione regolamentare in contrasto con l’anzidetto limite minimo è illegittima e deve essere annullata o disapplicata in sede di impugnazione, stante la sua automatica sostituzione con la clausola legale dettata dalla fonte sovraordinata. Inoltre, il dovere di rispettare le distanze stabilite dal d.m. n. 1444/1968 sussiste indipendentemente dalla eventuale differenza di quote su cui si collochino le aperture fra le due pareti antistanti; ai fini dell’operatività della previsione, è addirittura sufficiente che sia “finestrata” anche una sola delle due pareti interessate.

Si allega copia della Sentenza del Consiglio di Stato, sez. IV- 4 agosto 2016, n. 3522

Pubblicato in Geometri in Italia

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Responsabilità direttore dei lavori - Sentenza cassazione

La Corte di Cassazione con sentenza n. 18521 del 21 settembre 2016 ha respinto il ricorso di un direttore dei lavori.

La Corte ha stabilito che, in tema di contratto di appalto, nel caso in cui il danno subito dal condominio sia conseguenza dei concorrenti inadempimenti dell’impresa appaltatrice e del direttore dei lavori, entrambi devono rispondere solidalmente dei danni derivati dalla cattiva esecuzione delle opere.

Pubblicato in Geometri in Italia

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Professioni non ordinistiche in crescita

Le professioni hanno resistito alla crisi, con una crescita attribuibile al piccolo boom (+49%) di quelle non ordinistiche, dai consulenti ai designer, dagli amministratori di condominio ai wedding planner.

I settori più attivi? Gli ambiti tecnico-scientifici e quelli sanitari e assistenziali. I dati sono dell’Ufficio Studi di Confcommercio , nel report “Riavviare la crescita: il ruolo delle professioni nel terziario di mercato“.

Pubblicato in Geometri in Italia

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - L'Irap per i professionisti iscritti all'albo

La Corte di Cassazione non ha condiviso le conclusioni dei giudici di merito, ( cfr. Cassazione Sez. V Civile Tributaria n. 3678 16.02.2007,  Cassazione Sez. V Civile Tributaria n. 3675 16.02.2007, Cassazione n. 24.11.2008 n. 27959, Cassazione n. 21989 16.10.2009 Cassazione 22873/2011 )  affermando che l'esercizio di un'attività autonomamente organizzata non richiede necessariamente che la stessa funzioni anche senza il professionista iscritto all'albo.

Pubblicato in Geometri in Italia

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Distanze minime: i privati non possono accordarsi

Il Tar Lazio  con la sentenza 9879/2016 ha stabilito che i privati non possono accordarsi per effettuare interventi edilizi che violano le distanze minime tra edifici, ordinando la demolizione.
I giudici hanno ricordato che costruire ad una distanza inferiore a quella minima prevista dalle norme in vigore è un’irregolarità che non riguarda solo i rapporti tra privati, ma anche la sfera pubblicistica.
Se è vero che l’Ente locale deve accertarsi del rispetto dei titoli abilitativi, senza entrare nei rapporti tra privati, d’altra parte il Tar ha affermato che la violazione delle distanze rientra tra i rapporti pubblicistici e deve essere subito sanzionata.

Si allega copia del Testo della Sentenza ai soli Collegi Associati

 

Pubblicato in Geometri in Italia

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Laurea professionalizzante per i Geometri: il testo presentato

Una nuova legge costituita da sei articoli è il nuovo indirizzo che determina il percorso del Geometra. È una “opportunità caratterizzante” ha detto l'onorevole Malpezzi presente all'evento "Valore Geometra", tenutosi a Roma organizzato dal Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, la Cassa Geometri e la Fondazione. Il percorso sarà triennale e prevederà un tirocinio all'interno. Sarà poi abolito l'Esame di Stato.

Pubblicato in Geometri in Italia

Si pubblica l'informativa dell'Associazione Nazionale Donne Geometra - Infortunio mortale, la nomina del coordinatore sicurezza salva il committente dalla condanna

In tema di prevenzione degli infortuni, l'appaltatore che procede a subappaltare l'esecuzione delle opere non perde automaticamente la qualifica di datore di lavoro, neppure se il subappalto riguardi formalmente la totalità dei lavori. Egli continua ad essere responsabile del rispetto della normativa antinfortunistica qualora eserciti una continua ingerenza e controlli la prosecuzione dei lavori. Questo orientamento giurisprudenziale è stato recentemente ribadito dalla quarta sezione penale della Cassazione nella sentenza n. 40033/2016 allegata alla presente.

Pubblicato in Geometri in Italia